Lavoratori settore turismo in sciopero: 'vogliamo il rinnovo del contratto'

Prova il nostro nuovo lettore
altarimini
10
24 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Mobilitazione questa mattina delle Federazioni Sindacali Lavoratori Commercio Turismo e Servizi di Rimini, Cesena, Forlì e Ravenna per un rinnovo contrattuale giusto e dignitoso. Uno sciopero che ha visto coinvolti i dipendenti dei pubblici esercizi, inoltre 10 autogrill, con quasi 400 persone coivolte ed un'adesione tra l'80 e il 90% dei lavoratori. Al centro della mobilitazione il rinnovo del Contratto Nazionale del Turismo che è attualmente in fase di stallo. In una nota le organizzazioni sindacali Cgil, Fiscascat Cisl e Uil Tucs segnalano un "arroccamento su pretese inaccettabili della Federazione Italiana Pubblici Esercizi che aveva fino all'ultimo condiviso l'impostazione in merito al negoziato, per poi bruscamente cambiare idea, mettendo sul tavolo richieste tutte improntate a restituzione di diritti e abolizione di istituti quali, gli scatti di anzianità, quattordicesima e malattia".

Per quanto riguarda Rimini la situazione risulta ancora più complicata per la particolare vocazione turistica della zona, si parla di circa 20mila lavoratori coinvolti. Contratti che diminuiscono, inoltre, davanti alla riduzione 'temporale' della stagione estiva. "Quest'anno ci siamo trovati davanti ad una diminuzione delle presenze notevole. Rispetto agli altri anni abbiamo visto comunque, sia un po' per il tempo, molto per la crisi, i locali hanno lavorato molto con i residenti, però c'è stato un calo veramente drastico di turisti, ed essendoci un calo drastico di turisti, c'è stato anche un calo di chiamate di lavoro" racconta una lavoratrice. Il confronto riprenderà a settembre.

0 commenti