A Cuba si fanno affari con i miti sovietici. T-shirt con i cartoon made in Urss per i nostalgici

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

915
43 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
L'Avana (TMNews) - I tempi dell'influenza sovietica a Cuba diventano una buona occasione per fare affari. Darwin Fornes, solleticato dall'idea vagamente capitalistica di fare l'imprenditore, ha deciso di mettersi a produrre t-shirt con la stampa dei cartoni animati sovietici."L'idea di Chamacovich - come ha chiamato il suo progetto - mi è venuta quando ho aperto il mio profilo Facebook e ho visto quanto fossero popolari i cartoni animati sovietici degli Anni 60 e 70".Nel suo negozio a L'Avana Darwin riproduce su magliette colorate i protagonisti dei cartoni animati che hanno popolato la fantasia dei bambini cubani. Quelle stesse magliette, poi, vengono vendute sulle bancarelle dell'Avana accanto a immagini del Che e bandiere nazionali"La visione degli adulti tra il 1960 e il 1980 dei cartoni animati sovietici era diversa da quella dei bambini. I bambini stavano costruendo il proprio universo infantile e per noi era divertente, bello. Forse per i grandi c'è una connotazione politica, sull'influenza della Russia su Cuba e dei rapporti coi sovietici".Dalla Lada, l'automobile che contribuì alla motorizzazione di massa sovietica, fino ai cartoni animati, i simboli dello storico rapporto tra la Cuba di Castro e l'Urss sono ancora evidenti. E forse oggi più che mai sono tenuti in vita da ragioni un po' meno nostalgiche e più affaristiche.

0 commenti