Advertising Console

    Accordo politico sull'Imu mentre Berlusconi prepara i ricorsi. Cancellazione della tassa, coperture nella legge di stabilità

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    105 visualizzazioni
    Milano (TMNews) - L'Imu non ha fatto saltare il governo. La strana maggioranza che sostiene l'esecutivo di Enrico Letta ha trovato un'intesa sulla cancellazione della rata di giugno e ha preso un "impegno politico" per cancellare anche la seconda attraverso la legge di stabilità, avendo però più tempo per reperire le risorse necessarie. Un compromesso che ha fatto storcere il naso a Mario Monti, l'ex premier e leader di Scelta Civica ha parlato di un Pd che cede alle pressioni del Pdl.La giornata politica è stata poi contrassegnata anche dalle mosse di Silvio Berlusconi, che, per evitare la decadenza da senatore, prepara il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'Uomo di Strasburgo contro l'applicazione della legge Monti-Severino. Berlusconi chiede di affidare alla Consulta il compito di sciogliere i dubbi di costituzionalità della legge e, in attesa del pronunciamento, anche la sospensione dei lavori della Giunta del Senato.Mentre il dibattito prosegue, però, arrivano dati allarmanti dalla Cgil: oltre nove milioni di italiani vivono in condizioni di sofferenza e disagio occupazionale.