Nel Maryland la città senza schiavi: neri liberi già nel 1790. E' il primo insediamento di afroamericani del genere in Usa

askanews

per askanews

852
144 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Easton (TMNews) - In questa piccola cittadina del Maryland, Easton, bianchi e neri liberi vivevano insieme e in pace già nel 1790, quando gli Stati Uniti erano nel pieno degli anni della schiavitù e uomini, donne e bambini di colore erano condannati a vivere come manodopera senza diritti, ingiustizia che avrebbero subito per quasi un altro secolo.Dopo mesi di scavi in cui sono stati scoperti manufatti, strumenti di lavoro, ceramiche, i ricercatori sono in grado di affermare che questo è il primo insediamento di afroamericani liberi della storia statunitense, una verità emersa anche grazie ai controlli incrociati con le mappe catastali dell'epoca.Una scoperta fondamentale non certo solo per la comunità nera sottolinea Dale Glenwood, professore di architettura secondo cui "questa è una storia americana, di come questa società integrata sia riuscita a sostenersi e andare avanti".Non è un caso che da queste terre arrivino alcuni famosi eroi abolizionisti come Frederick Douglass e Harriet Tubman che lottarono contro la schiavitù, resa illegale definitivamente negli Stati Uniti solo nel 1865.(Immagini Afp)

0 commenti