Fiumicino, la droga nascosta nelle pentole e nelle trapunte. Sequestrati 65 chili di stupefacente, arrestate 7 persone

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
27 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (TMNews) - Un fiume di droga era pronto ad invadere le notti romane, ma è stato bloccato all'aeroporto di Fiumicino dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma. Oltre 65 i chili di cocaina sequestrati e sette le persone arrestate mentre tentavano di superare i controlli nascondendo la droga nei modi più originali.C'è chi, come un argentino proveniente da Buenos Aires, ha infilato tre chili di polvere bianca all'interno di confezioni di dolci all'apparenza perfettamente sigillate.Nei bagaglio di un italiano appena atterrato da Lima invece è stata trovata un'intera batteria di pentole. "Faccio lo chef", ha detto per giustificarsi. Peccato che il peso e lo spessore dei materiali abbiano insospettito i militari che così hanno scoperto un doppiofondo con un chilo di droga.Poi ancora trapunte impregnate di cocaina liquida, pari a 11 chili una volta estratta, fino ai più comuni bagagli con doppifondi che nel caso di due giovani provenienti da Caracas contenevano ben 35 chili di coca.In tutto la droga sequestrata avrebbe reso, una volta venduta al dettaglio, 18 milioni di euro.

0 commenti