Australia, stretta su immigrazione: prime espulsioni boat-people. Giro di vite di Canberra con una nuova legge sugli immigrati

TM News  Video
839
28 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Sydney, (TMNews) - Giro di vite di Canberra sull'immigrazione. Il governo australiano ha avviato il programma di rimpatri forzati degli immigrati. I primi a partire sono stati 40 boat-people richiedenti asilo che sono stati mandati in Papuasia-Nuova Guinea, dopo l'entrata in vigore della nuova legge approvata dal governo laburista, che impone una stretta all'accoglimento dei clandestini.Una legge analoga approvata dalla destra era stata abrogata dal Labour all'arrivo al governo, ma ora è stata reintrodotta fra le proteste delle ong e la preoccupazione delle Nazioni Unite, che sottolineano come il testo presenti delle gravi lacune giuridiche, prima fra tutte "la detenzione senza limiti di tempo, sistematica ed arbitraria".La nuova politica di Canberra stabilisce che gli immigrati, anche nel caso siano dei veri rifugiati, non hanno la possibilità di stabilirsi in Australia. Una legge che ha fatto scoppiare disordini in alcuni centri di accoglienza, distrutti dai migranti trattenuti in queste strutture in condizioni di detenzione.Dall inizio dell anno, almeno 15 mila persone hanno cercato asilo sull isola.(Immagini Afp)

0 commenti