Advertising Console

    Napoli - Via Falcone, sequestrato parcheggio al clan Polverino -live- (31.07.13)

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    742
    38 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Napoli - Sono sei gli indagati per la costruzione di un parcheggio interrato di 4 piani, da 122 posti, in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e ambientale, in via Aniello Falcone, a Napoli. A scoprire la struttura abusiva i carabinieri e la polizia municipale. La realizzazione della struttura - secondo la Procura partenopea - stava avvenendo in base a un permesso del Comune, ritenuto illegittimo, rilasciato alla società proprietaria del terreno. La società a cui è stata concesso il permesso è la Immobiliare Belvedere spa, amministrata da Carlo Simeoli, titolare, insieme ad altri soggetti, anche della Holding Project srl, a cui sono stati affidati i lavori di realizzazione del parcheggio. Entrambe le società, spiegano gli inquirenti, sono già destinatarie di un provvedimento di sequestro preventivo emesso l'anno scorso ai sensi della normativa antimafia, richiesto dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea e riguardante l'intero capitale sociale della Holding Project e di quote del capitale sociale della Immobiliare Belvedere, intestate a Carlo Simeoli, prestanome di Angelo Simeoli, ritenuto dagli inquirenti il "braccio economico" dei clan Nuvoletta e Polverino, attivi nel Napoletano. Secondo la Procura, i pareri rilasciati dall'Autorità di bacino e dal Genio civile, sono fondati su indagini "carenti e incomplete" sull'area interessata dai lavori che in parte ricade anche in una zona ad elevato rischio idrogeologico. La completa realizzazione del parcheggio interrato di quattro piani - sostiene la Procura di Napoli - avrebbe potuto comportare gravi rischi anche per la sicurezza dell'edificio limitrofo. (31.07.13)