I like my bike, la pioggia non ferma i ciclisti riminesi

Prova il nostro nuovo lettore
altarimini
10
16 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Neppure lo scroscio d'acqua, che per una decina di minuti si è abbattuto su Rimini per poi lasciare nuovamente posto al sole, ha fatto desistere i tanti partecipanti dalla foto finale sulla spiaggia per "I Like My Bike". Gli oltre 500 ciclisti sono partiti dal nuovo Skate Park del Parco Ausa per arrivare con le proprie due ruote sulla spiaggia libera, dove con le biciclette è stata composta la scritta "I Like My Bike", slogan della manifestazione promossa dal Comune di Rimini. L'evento, dedicato alla mobilità attiva e all'uso della bicicletta, è avvenuto in coincidenza con l'inaugurazione del nuovo percorso ciclabile sul lungomare, del nuovo sistema di Bike Sharing di Rimini e del nuovo Skate Park del Parco Ausa. Una festa iniziata in perfetto orario alle 16 proprio nel nuovo Skate Park del Parco Ausa. "Non è un caso -- ha detto il sindaco Andrea Gnassi -- se oggi questa festa parte da qui, nel cuore di uno dei nostri parchi straordinari a poche centinaia di metri dal nuovo Palacongressi. E' un pezzo d' anello verde che si concretizza. Un lungo nastro tra la natura che da qui ci lega al mare e lungo la ciclabile al porto per poi risalire verso il borgo San Giuliano e parco Marecchia per poi proseguire lungo l'argine dell'Ausa, la ciclabile di via Montescudo, e di nuovo nel parco Ausa per giungere fino a qui. Quello che stiamo facendo non ha un padre, è la nostra città che immagina il proprio futuro ed è marcia per realizzarlo. Rimini ha dimostrato che si possono cambiare abitudini e che possono essere abitudini migliori."
Festa che si prolungata sul porto tra flash mob sulla spiaggia libera, estrazione delle biciclette premio ai partecipanti, circuiti per l'educazione stradale gestiti dall'Associazione Pedale Riminese, piattaforme per bici acrobatiche e spazi espositivi di biciclette e materiali per cicloamatori. Premiati anche i vincitori dell'European Cycling Challenge, la gara tra 12 città europee per la promozione all'uso della bicicletta in cui Rimini si è classificata al 6° posto. Prima tra i riminesi -- e premiata dall'assessore alle Politiche ambientali Sara Visintin - Barbara Buldrini che ha percorso con la sua bicicletta nei tragitti urbani ben 1.140,87 chilometri certificati in un mese. Secondo Mario Sala (1.002,80 Km), terzo Walter Scotti (959,90). In occasione della biciclettata sono state collocate lungo la pista ciclopedonale del lungomare tre installazioni, con funzione di "pit-stop" contenenti informazioni per i ciclisti e accessori per la manutenzione delle biciclette. Pit-stop accompagnati da pannelli per mettere in evidenza le connessioni tra i diversi punti del percorso e gli altri corridoi ciclabili già esistenti o di progetto.

0 commenti