Rifiuti, no alla discarica: a Terrasini cittadini occupano Comune. Nel paese vicino Palermo prevista una stazione di trasferenza

TM News  Video
833
20 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Palermo (TMNews) - I cittadini di Terrasini, centro a pochi chilometri da Palermo, la discarica proprio non la vogliono: per questo alcuni di loro hanno occupato simbolicamente l'aula consiliare del Comune, esponendo striscioni per ribadire il no ad un'opera, chiamata tecnicamente "stazione di trasferenza", che rischierebbe di trasformare il paese in una "pattumiera" dei comuni serviti dall'Ato1, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti nell'area occidentale di Palermo. Francesco Cicerone del comitato "Ripuliamo Cinisi e Terrasini"."Siamo anche contro - dice - perchè tutto il procedimento di questa realizzazione della discarica non ha seguito una via trasparente, noi siamo venuti a conoscenza in modo casuale".Una prospettiva che comprometterebbe ulteriormente la già difficile economia del territorio, legata soprattutto al turismo, e non darebbe alcuna garanzia a abitanti e aziende in caso di problemi ambientali."Se vogliamo entrare negli aspetti tecnici - conclude Cicerone - ce ne sono diversi che non vanno".I cittadini, guidati dai rappresentanti dei comitati che da anni si occupano di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla raccolta differenziata, si sono incontrati poche ore dopo aver inviato all'assessore regionale all'Energia Nicolò Marino, centinaia di email in cui sottolineavano che "le discariche, di qualunque specie, dovrebbero essere a gestione pubblica, non perché il pubblico funziona meglio ma perchè dovrebbe mettere al primo posto l'interesse collettivo invece che il profitto".

0 commenti