A San Francisco iniziata rimozione del relitto del Boeing 777. Continuano le indagini sulle possibili cause del disastro

askanews

per askanews

871
75 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
San Francisco (TMNews) - Sulla pista dell'aeroporto di San Francisco, in California, è iniziato il recupero dei rottami del Boeing 777 di Asiana Airlines, protagonista sabato 6 luglio di un atterraggio sbagliato che ha causato 2 morti e 180 feriti, di cui alcuni in gravi condizioni.Prosuguono intanto le indagini per capire cosa abbia causato il "crash landing" del Boeing, arrivato sulla pista lento e corto al punto da toccare con la coda i frangiflutti in testata pista nel tentativo fallito di riattaccata.Il pilota ai comandi, Lee Kang-Kook, in formazione come comandante su quel tipo di velivolo, ha detto agli investigatori dell'Faa, l'agenzia statunitense che si occupa di aviazione civile, di essere stato temporaneamente accecato da un lampo di luce mentre era a pochi metri dalla pista. Una circostanza che gli inquirenti stanno cercando di accertare.E' anche emerso che i piloti non diedero subito agli assistenti di volo l'ordine di evacuare il velivolo. Questo per essere certi che i mezzi di soccorso raggiungessero l'area dell'impatto per assistere i passeggeri prima che questi potessero disperdersi sulla pista in preda al panico, mettendo ulteriormente in pericolo la loro incolumità. Solo quando il personale di bordo li avvisò del fumo in cabina, fu dato l'ordine di evacuazione immediata.(Immagini Afp)

0 commenti