Advertising Console

    Disputa su isole Senkaku, Tokyo: comportamento Cina "pericoloso". Giappone adotta documento Difesa, si rischia incidente militare

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    171 visualizzazioni
    Tokyo, (TMNews) - Il "comportamento coercitivo" della Cina nelle acque che circondano le isole Senkaku, arcipelago del Mar Cinese orientale al centro di una disputa sulla sovranità, è "pericoloso e potrebbe generare un incidente militare". E' quanto afferma il nuovo rapporto della Difesa giapponese, adottato dal governo del premier Shinzo Abe, il primo documento annuale che stima le capacità di difesa del Paese e stabilisce criteri di sicurezza regionali."Siamo preoccupati dal comportamento pericoloso della Cina e dalla situazione imprevedibile che potrebbe causare, come quando ha puntato un radar verso una nostra nave" ha spiegato il ministro della Difesa Itsunori Onodera citando il rapporto, che denuncia intrusioni cinesi nelle acque territoriali giapponesi e violazioni dello spazio aereo."La Cina ha puntato questo radar in gennaio: un atto pericoloso. Pensiamo sia importante che la comunità internazionale sia consapevole che possono succedere incidenti di questo tipo". Tokyo per chiarire la situazione a settembre ha rivendicato la proprietà su tre delle isole. L'arcipelago delle Senkaku è rimasto sotto il controllo giapponese dal 1895 al 1945. Dopo la Seconda Guerra Mondiale fu amministrato dagli Stati Uniti e nel 1972 restituito a Tokyo. Dal 1971 la sovranità viene reclamata anche dalla Cina e da Taiwan: Pechino ne rivendica la scoperta (con la denominazione di Diaoyu) e l'amministrazione dal XVI secolo al 1895.(immagini Afp)