Bagnasco: dimissioni Ior si innestano in volontà di riforma Papa. La visita di Francesco a Lampedusa "segnale di speranza"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Genova, (TMNews) - Le dimissioni del direttore e del vice direttore dello Ior potrebbero non essere direttamente legate alla riforma e revisione dell'istituto annunciata più volte da Papa Francesco, ma si innestano nella sua volontà. Lo dice il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, durante la visita al terminal Sech del porto del capoluogo ligure. "Non so se questo ultimo episodio delle dimissioni sia legato alla riforma, mi sembra che sia un episodio a prescindere ma comunque si innesta in quella che è l'intenzione e la volontà del Papa".Bagnasco ha anche commentato l'annunciata visita del Papa a Lampedusa: "Sarà sicuramente un segnale di speranza per queste persone e di richiamo all'intera società, all'intero Paese perché diventiamo sempre più una società che sa accogliere nel rispetto, nell'equità e nella giustizia". Il presidente della Cei ha parlato di "un segnale di particolare attenzione della Chiesa verso queste persone alla ricerca di una vita migliore".

0 commenti