Modelli mascherati e nella giungla, stravaganze della moda uomo. A Milano la Fashion week primavera-estate 2014

askanews

per askanews

854
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Un modello dal corpo scultoreo emerge dalla giungla indossando solo un paio di slip bianchi e di occhiali neri, al collo una collana in stile etnico. Si ispira a James Dean, catapultato nella giungla a causa di un incidente aereo, la collezione primavera-estate 2014 che DSquared2 fa sfilare a Milano per la Settimana della moda maschile. I sopravvissuti ritrovano la civiltà grazie a borse e giacche sportive: un gonnellino di paglia scatena gli applausi. Non sono le uniche stravaganze viste in passerella. L'uomo di Umit Benan, stilista di origine turca, ha la barba e indossa una maschera e il tradizionale copricapo, così il richiamo a V per Vendetta si mescola alla moda tradizionale, con lunghe tuniche e colori caldi e luminosi. L'uomo di Etro è un misto tra un cowboy, un gaucho argentino e uno Zorro contemporaneo, con cappello in mano, stivali e cartucciera: in chiusura di sfilata torna la mascherina sul volto dei modelli.Ambientazione naturalistica anche per Fendi, che ambienta la sua sfilata tra le dune del deserto ricostruite nel cuore di Milano. In mezzo alla sabbia spiccano abiti reversibili che cambiano forma e funzione a seconda dell'occasione. Tessuti tecnici e giochi di specchi per Dirk Bikkembergs, che sceglie il 38esimo piano di Palazzo Lombardia per presentare una collezione dal taglio sportivo e dai tessuti lavorati.La sfilata di Moncler Gamme Bleu è un tuffo nel mondo del cricket. Sul campo in erbetta ricostruito il bianco impera, gli altri colori sono relegati a inserti rossi e blu che fanno risaltare la lavorazione ricercata degli abiti.(immagini Afp)

0 commenti