Cina, lite sulla Grande Muraglia tra governo e un ex contadino. L'uomo si è indebitato per restaurare una sezione del monumento

TM News  Video
838
37 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Pechino (TMNews) - Parafrasando Guareschi, si potrebbe dire che è una storia che la Grande muraglia racconta. Ma è anche un frammento, tra la cronaca e la Storia, di una Cina che cambia.Yang Yongfu è l'unica persona a gestire privatamente una sezione della Grande Muraglia cinese, l'immensa cintura di protezione contro i barbari e "le tenebre esteriori" la cui costruzione cominciò intorno al 215 a.C. per volere dell'imperatore della dinastia Ming Qin Shi Huangdi, lo stesso a cui si deve il cosiddetto "Esercito di terracotta di Xi'an".Per oltre 10 anni Yang, un ex contadino, ha risposto a suo modo alle richieste del governo di proteggere e restaurare le parti in rovina di questo monumento nazionale, oggi icona del turismo internazionale. Con la moglie ha investito 800mila dollari, tra risparmi e mutui con le banche. E oggi 20mila persone l'anno pagano i 4 dollari di entrata per salire per un chilometro sino a un picco che permette una sontuosa vista sull'orizzonte."All'inizio, spiega Yang, nessuno capiva perché mi fossi fatto carico di un progetto così enorme. Mi dicevano che ero pazzo".Ma ora le cose sono cambiate e il ruolo di custode di Yang potrebbe di colpo terminare. Una legge introdotta dopo i suoi restauri conferisce al governo il diritto esclusivo di gestire il patrimonio culturale nazionale, il che rende Yang e la moglie due fuorilegge.I contatti per trovare un'intesa soddisfacente per entrambe le parti per ora sono fallite. La frustrazione di Yang è evidente."Non ho mai ricevuto alcun aiuto dal governo e adesso mi accusano di avere messo in piedi una falsa muraglia. E questo mi rende davvero furioso".Yang ha ancora debiti per 160mila dollari ma non ha rimpianti. Lui, spiega, ha fatto tutto come un atto di patriottismo. L'imperatore Qin Shi Huangdi sorride, ma il governo della Repubblica popolare cinese non sembra impressionato.(Immagini Afp)

0 commenti