Camorra, in manette "'o barbiere", latitante degli scissionisti. E' Salvatore Barbato, 52 anni. Sequestrati beni per milioni euro

askanews

per askanews

867
182 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli (TMNews) - La Guardia di Finanza di Napoli ha arrestato un elemento di spicco del clan 'scissionista" degli Amato-Pagano. Si tratta di Salvatore Barbato, che è stato rintracciato dalle fiamme gialle nel Napoletano. Barbato era latitante dal 2009, da quando sfuggì a un'operazione congiunta che portò in carcere 104 esponenti della cosca. Barbato, cognato del boss Raffaele Amato, è accusato di associazione di stampo camorristico.L'arrestato, 52 anni, soprannominato "'o barbiere", è stato rintracciato dai finanzieri in un'abitazione di Mugnano, in provincia di Napoli. Barbato risultava un normale facchino ddi una società che opera all'interno del mercato ittico di via Battisti ma per conto del clan Amato-Pagano si occupava di riciclare i proventi dello spaccio delle sostanze stupefacenti.Nell'operazione sono stati sequestrati numerosi beni mobilie immobili roconducibili a Barbato. Tra questi numerose società, terreni edificabili in Spagna e conti correnti bancari presso istituti nel principato di Monaco con disponibilità finanziarie di quasi tre milioni di euro.

0 commenti