Innovazione e qualità: la ricetta anti-crisi del vino trevigiano. Ministro Zanonato: qui c'è l'enorme ricchezza di tutto il Paese

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

900
30 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Oderzo, (TMNews) - Tecnologia e innovazione al servizio di un prodotto antico, simbolo del made in Italy: il vino. Lo sanno bene al consorzio la Marca vini e spumanti di Oderzo, nel Trevigiano, patria del prosecco Conegliano Valdobbiadene. Quella del prosecco è una eccellenza italiana, celebrata all'estero, che molto ha beneficiato, come tutto il settore vitivinicolo, dell'innovazione tecnologica."Siamo in un ambito in cui la tecnica e la ricerca hanno migliorato enormemente il prodotto". Flavio Zanonato, ministro dello Sviluppo economico, era proprio in quel di Oderzo per partecipare a un confronto con Confcooperative Treviso e i rappresentanti regionali di Lega Coop e dell'Associazione generale cooperative veneta. Una occasione per fare il punto sulla cooperazione a livello territoriale e sulle problematiche legate a un settore che rappresenta il 7% del Pil nazionale, il 9 a livello regionale."E' una enorme ricchezza nazionale. Qui c'è la ricchezza di tutto un Paese".La sola Confcooperative Treviso riunisce 160 imprese più 6 Banche di Credito Cooperativo, circa 90mila soci in tutto e 7mila occupati. Un patrimonio che gli imprenditori locali difendono con le unghie di fronte alla disoccupazione dilagante. E che all'estero trova ampi consensi. A loro l'omaggio di Zanonato, ex primo cittadino di Padova, che dopo aver ricevuto in dono una bottiglia di Raboso del Sindaco ha ringraziato tutti con una battuta."Ringrazio tantissimo il sindaco e lo invidio perchè io al massimo ho avuto l'acqua del sindaco".

0 commenti