E-cigarettes, in Francia stessi divieti delle sigarette normali. Il ministro della Sanità francese: dobbiamo preservare la salute

askanews

per askanews

901
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Parigi (TMNews) - La Francia riserverà alle sigarette elettroniche lo stesso trattamento dedicato alle sigarette tradizionali. Lo ha reso noto, nella Giornata mondiale senza tabacco, il ministro della sanità francese, Marisol Touraine."Questo vuol dire - ha spiegato - che vieteremo la pubblicità delle sigarette elettroniche, così come la vendita ai minori e il loro uso nei luoghi pubblici. In altre parole faremo in modo che il quadro di riferimento per le sigarette elettroniche sia lo stesso delle sigarette tradizionali".E' un atteggiamento di cautela che si sta diffondendo anche in Italia. L'uso di sigarette elettroniche, infatti, sta riscuotendo un successo senza precedenti, soprattutto tra chi vorrebbe smettere di fumare. I dispositivi in vendita, infatti, permettono di dosare la quantità di nicotina fino a toglierla del tutto gradatamente ma non tutti concordano sul fatto che siano innocue per la salute. Secondo l'Organizzazione mondiale per la Sanità, ad esempio, la sicurezza delle "E-cigarettes" non è dimostrata e il rischio di potenziali danni per la salute dei consumatori resta "indefinito"."Bisogna sapere - ha concluso il ministro - che un fumatore su due morirà a causa del tabacco. In Francia ci sono circa 73mila morti l'anno, 200 al giorno. Una strage che si può e si deve evitare".Le sigarette elettroniche hanno una resistenza elettrica che riscalda una miscela di propilene, aromi e nel caso, nicotina: emettono vapore, non fumo né catrame ma gli esperti dicono che non è facile sapere se e quante sostanze chimiche potenzialmente dannose vengono inalate.(Immagini Afp)

0 commenti