Advertising Console

    Il riminese Fabio Piccini:"la linea e la salute passano dalla dieta mediterranea del digiuno"

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    65 visualizzazioni
    Il 54enne riminese Fabio Piccini, medico psicoanalista, esperto nel disturbo alimentare è l'autore del libro: "La dieta più antica del mondo: come ritrovare la salute e la linea seguendo la 'vera' dieta mediterranea". Il primo testo in Italia a elaborare un modello di dieta e dettagliati protocolli per tutti, sportivi e non, attraverso cui ritrovare la linea, la salute, l'energia fisica e sessuale che caratterizzavano i nostri antenati.
    "Io da due anni parlavo di digiuno intermittente e venivo regolarmente criticato e coloro che mi criticavano, usavano come argomento delle loro critiche la teoria che il digiuno fa male senza fare alcuna distinzione fra il digiuno di una settimana e digiuno occasionale. -- sottolinea il medico Fabio Piccini -- "Così ho deciso di scrivere un libro citando tutte le teorie scientifiche che servivano per chiarire il dubbio".
    Il volume, scritto in un anno circa, uscito da pochi mesi ha già venduto qualche migliaio di copie, ed ha fatto parlare di se non solo per i consigli alimentari che fornisce ma anche per l'affinità delle teorie espresse dal dottor Umberto Veronesi.
    "In effetti nella stessa settimana sono usciti sia il mio libro che quello di Veronesi, nel quale diciamo le stesse cose -- continua Piccini -- questo ci ha procurato da un lato un invito a Porta a Porta dove abbiamo potuto avere spazio per esprimere le nostre idee e soprattutto ha tacitato ogni critica".
    Il testo è una teoria provocatoria, ma scientificamente fondata, sulla dieta mediterranea dove si prevederebbe non solo una dieta sana e salutare ma il suo segreto starebbe proprio nei periodici digiuni. Uno studio largamente affrontato dal riminese Piccini, che continua a incuriosirlo e a portarlo verso lo studio della materia: "Continuo a far ricerca e quando si fanno ricerche vengono idee. Penso di approfondire questo concetto dell' alimentazione irregolare perché è venuto il momento di mettere seriamente in discussione le linee guide nutrizionali che come dicono gli americani dell'università di Harward purtroppo sono associate a un aumento dell'obesità come dire ci raccomando delle strategie nutrizionali errate."