Advertising Console

    Duce "appeso" in piazza a Brescia contro ritorno statua fascista. Fantoccio di Mussolini esposto come in piazzale Loreto

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    290 visualizzazioni
    Brescia (TMNews) - Finita la cerimonia per il trentanovesimo anniversario della strage di piazza della Loggia, alcune decine di antagonisti bresciani si sono spostati nella vicina piazza della Vittoria per appendere un fantoccio con il viso di Benito Mussolini, un po' come si presentava il corpo senza vita del Duce in piazzale Loreto. Un gesto per dire no al progetto del Comune di riportare nella piazza, progettata da Marcello Piacentini e inaugurata nel 1932, il cosiddetto Bigio, una statua di quasi otto metri, dedicata da Mussolini stesso all'Era fascista, che venne rimossa nel Dopoguerra.Giovanna Piazza, uno dei manifestanti che si oppongono al trasloco: "Per questo colosso di marmo, tra l'altro brutto, alto sette metri, la giunta di Brescia, in questo periodo in cui sta tagliando tutti i servizi sociali, ha speso 460.000 euro con l'obiettivo di ricollocarlo. E' una mostruosità che inneggia al fascismo e non siamo disposti a tollerarla. Un gruppo di antifascisti sta da tempo dicendo che non lo permetterà, volevamo solamente ricordarlo qualunque sarà la giunta entrante".Le prime mosse per riportare la statua dov'era, nel mezzo di una fontana a pochi metri dal contemporaneo Caffè Impero, risalgono al 2007, quando la maggioranza era di centrosinistra. La giunta uscente di centrodestra, ha poi avviato i lavori, legati a quello per la metropolitana, fino al completamento del basamento, ma ora tutto è congelato in attesa del ballottaggio per la scelta del nuovo sindaco.