Scarti industriali tossici di azienda casearia nel fiume Calore. Sequestrata discarica da 10mila mq, 3 denunce in Irpinia

91 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Avellino, (TMNews) - Il fiume Calore si tinge di bianco ed è maleodorante, a causa degli scarti della produzione industriale e rifiuti tossici sversati illegalmente da uno stabilimento caseario di Cassano Irpino. Il titolare di azienda, che grazie ad una elettropompa nascosta all'interno dello stabilimento smaltiva senza autorizzazione i rifiuti, è stato denunciato, insieme ad altre due persone, dai militari della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Avellino. Sequestrata anche una discarica abusiva di dieci mila metri quadrati nella campagne del comune di Andretta (Avellino) dove erano stati stoccati abusivamente pneumatici, motori, una cisterna ma anche 250 pannelli di eternit e traversine ferroviarie con elevate percentuali di amianto.Ulteriori controlli hanno portato alla luce notevoli carenze igienico-sanitarie e la scoperta di un ingente quantitativo di prodotti caseari in cattivo stato di conservazione.

0 commenti