Pussy Riot, i giudici dicono no alla libertà...

Prova il nostro nuovo lettore
56 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Respinta la libertà condizionata per una delle Pussy Riot. Secondo i giudici russi, Maria Alyokhina, assente per scelta durante l'udienza, ha violato le regole del carcere e non si è mostrata pentita dei fatti che le vengono attribuiti. La donna, che ha cominciato lo sciopero della fame, sconta due anni per la canzone punk anti-Putin intonata nella cattedrale ortodossa di Mosca.
http://it.euronews.net/

0 commenti