Lorenzin: lavoro con Letta e Saccomanni su piano salute. Presidente Veneto Zaia: le Regioni dimostrano apertura a dialogo

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

901
4 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (TMNews) - Il primo importante obiettivo del neo-ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, è quello di trovare l'accordo con le Regioni sul patto della salute. È stata la stessa Lorenzin ad annunciarlo, durante la presentazione della XII Giornata Nazionale del Sollievo."Stiamo lavorando insieme al ministro Saccomanni e col presidente del Consiglio per trovare una nuova strategia per quanto riguarda il sistema sanitario e che abbia come obiettivo quello di poter costruire un patto della salute che sia capace, da una parte, di dare servizi a tutti i cittadini sul territorio nazionale e dall'altra di efficientare sempre di più i margini di recupero degli sprechi". Proprio sul tema degli sprechi, il ministro ha annunciato una nuova linea-guida:"Ho dato il via ai nostri direttori generali per studiare un piano di monitoraggio e recupero per quanto riguarda i pasti negli ospedali. Viene sprecato e buttato moltissimo cibo negli ospedali. Potrebbe essere un cibo invece recuperato col banco alimentare".Sul tema del Patto della salute, il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha dato piena disponibilità al ministro per un dialogo."Da regione coordinatrice della Sanità, posso dire che le Regioni danno chiara disponibilità a dialogare, certi che il nostro tema resta l'applicazione dei costi standard e premiare i virtuosi, nell'interesse della cura di qualità per tutti i cittadini, da nord a sud".

0 commenti