Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Like
Guarda più tardi
Condividi
Aggiungi a

Metanizzazione in Sicilia: "Cosa Nostra è attenta agli affari". Parla il tenente colonnello Massimiliano Tibollo

5 anni fa107 views

Milano, 22 mag. (TMNews) - "L'indagine pone in evidenza come cosa nostra sia attenta agli affari, come la metanizzazione in Sicilia": il Tenente colonnello Massimiliano Tibollo fa il punto sulle indagini che hanno portato la Guardia di Finanza di Palermo su spinta della Procura del capoluogo siciliano, al sequesto di 48 milioni di beni alla famiglia Brancato. Il provvedimento rientra nella vicenda della Gas spa, già al centro di inchieste di mafia legate all'ex sindaco palermitano Vito Ciancimino. A finire nella rete dei berretti verdi le figlie Monia e Antonella e la moglie di Ezio Brancato, uno dei due soci della Gas Spa. Il colonnello Stefano De Braco: "La Procura di Palermo, ha ipotizzato il pagamento di tangenti per la concessione di appalti e come "contropartita" di un provvedimento legislativo che previde per le aziende del gas un abbattimento dell'Iva e contributi per i trattamenti pensionistici".

Segnala questo video

Seleziona un problema

Inserisci il video

Metanizzazione in Sicilia: "Cosa Nostra è attenta agli affari". Parla il tenente colonnello Massimiliano Tibollo
Riproduzione automatica
<iframe frameborder="0" width="480" height="270" src="//www.dailymotion.com/embed/video/x10464n" allowfullscreen allow="autoplay"></iframe>
Aggiungi il video al tuo sito con il codice di incorporamento qui sopra