NoSmokingBeHappy

La campagna antifumo No smoking be happy trova nel confronto Child vs Adults il concept di tutto il progetto. Da qui la scelta di coinvolgere anche la Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado, dove i ragazzi tra gli 8 e i 12 anni diventano protagonisti e promotori attivi del no al fumo. Quattro le aree di intervento: laboratori interattivi di animazione scientifica, workshop per docenti, formazione studenti e informazione allargata a tutta la scuola grazie a poster. <br />La campagna prevede anche la Mostra multisensoriale No smoking be happy , già allestita a Milano e itinerante in altre città italiane nel corso dell'anno 2009. <br />La mostra illustra i danni provocati dal fumo nel corpo umano. Il visitatore diventa il fumo di sigaretta e passando dalla bocca, raggiungerà i polmoni e si fermerà nel cuore, in un carosello di odori e di sensazioni per constatare di persona, toccare e sentire tutti i danni provocati del tabacco.